VMA 2014: riassunto ed opinioni

Anche per quest’anno gli MTV Video Music Awards sono andati. Non sto qui a tediarvi sui vincitori (trovate tutto su Wikipedia e sul sito vma.mtv.com), né sul fatto se i premi sono stati meritati (trovate tutte le mie opinioni in un articolo precedente): quello che voglio fare è riassumere un po’ cosa è successo per decidere se è stata oppure no un’edizione dei VMA che non dimenticheremo mai.

(Le GIF sono state prese dal sito mtv.com, le immagini da vma.mtv.com e sono state scattate da Getty Images, l’ultima foto è stata presa dall’account Twitter di MTV Italia).

Ariana Grande + Nicki Minaj + Jessie J: ad aprire lo show ci hanno pensato queste tre signorine, proponendoci tre canzoni diverse. Per prima ha aperto le danze Ariana, che con “Break Free” ha messo subito il pubblico di buon umore. Ma è quando sono partite le prime note di Anaconda di Nicki Minaj che il pubblico è andato completamente in estasi, tanto era attesa l’esibizione della regina dell’hip hop. Per chiudere, spazio a Jessie J che insieme alle due colleghe precedentemente citate ha eseguito la hit mondiale “Bang Bang”.

Continua a leggere

Annunci

Cos’è successo ai VMA 2013

In questi ultimi due giorni gli internauti di tutto il globo sono impazziti per quanto successo domenica notte al Barclays Center di Brooklyn per gli annuali MTV Video Music Awards, in particolare per la performance di una ex principessina Disney che sembra aver ormai perso ogni freno inibitorio.

Ma proseguiamo con ordine e ricapitoliamo un po’ che cosa è avvenuto di notevole durante la serata.

Continua a leggere

Prepariamoci ai VMA

Puntuali come ogni anno sono arrivate le nomination per gli MTV Video Music Awards, che quest’anno saranno consegnati domenica 25 agosto presso il Barclays Center di Brooklyn, NY. Andiamo a scorrere un po’ tra le varie categorie per cercare di individuare quale video si merita il premio più degli altri.

Best Pop Video: “Locked out of heaven” e “Carry On” non mi dicono niente. “Mirrors” può sembrare un po’ malinconico e pedante, ma è anche emozionante ed è un gioiellino, fatto veramente bene. Di “We can’t stop” ne abbiamo già parlato a sufficienza, ed è senza dubbio un video orripilante. Ma essendo un video così discutibile che spacca il pubblico, qualche premio in fondo in fondo se lo merita. “Come and get it” è un video sorprendente, in cui il pop di Selena Gomez è accompagnato da immagini colorate di una natura sensuale. Belli i colori, belle le location, tutto davvero molto bello: Anthony Mandler conferma di essere uno dei migliori registi in circolazione.

Continua a leggere

Chi l’ha visto

Perdonate la mia temporanea assenza, ma sono momentaneamente privo del mio pc, quindi posso scrivere solo quando posso usufruire in comodato d’uso gratuito del pc del mio caro fratellino. E’ con immenso ritardo che pubblico dunque questo articolo, che avevo redatto su un foglietto svolazzante.

Avete visto i VMA? Vi sono piaciuti? E’stato uno show molto gradevole, ma purtroppo non è successo niente di cui sparlare o di cui rimembrare negli anni a venire. Grande Kevin Hart, bravi tutti i performer, tranne Rihanna, che ha portato sul palco tanta fuffa e poca sostanza. Ma parliamo d’altro.

Protagonisti assoluti della serata sono stati gli One Direction (Louis, che cosa hai fatto ai capelli?), che si sono esibiti sulle note di One Thing, hanno vinto tre premi e Niall ha avuto un bacio da colei che è stata determinante nel suo cammino a X Factor. Tra i premi vinti dagli 1D, ci sono quelli per il Best Pop Video e per il Most Share-Worthy Video, categorie nelle quali le directioners sono riuscite a sconfiggere la concorrenza delle beliebers. L’altra notizia è che Justin Bieber non è riuscito nemmno a portarsi a casa il Vma per il miglior video maschile, premio che è andato a Chris Brown  per “Turn Up The Music”. Ma soprattutto, io mi chiedo, dov’era Justin Bieber? Perché non c’era allo Staples Center? Lui che era presente a tutti gli eventi musicali/mondani/red carpet? Continua a leggere

Calvin Harris

E’ lui il produttore più richiesto del momento? E’ lui il DJ più forte del momento? E’ lui la personalità più in vista nel mondo della musica elettronica?

English: Calvin Harris in 2010

Calvin Harris, l’uomo che flirta con disinvoltura con Pepsi e Coca Cola, dopo due album che hanno riscosso un successo inferiore alle mie aspettative, è finalmente riuscito a diventare una superstar mondiale, collaborando con artisti pop in modo da rendere la sua musica più accessibile per i palati meno fini.

Dopo il primo disco dal titolo leggermente egocentrico (“I created disco”), trascinato dai singoli “The girls” e “Acceptable in the 80’s” (amato anche da Katy Perry), mister Harris ha raggiunto la numero 1 in Inghilterra con “I’m not alone”, primo ed ottimo singolo del suo secondo album “Ready for the weekend”, disco contenente anche la fantastica e psichedelica “Flashback” e “Yeah yeah yeah la la la”, usata dalla Coca Cola per una pubblicità. Con la visibilità ottenuta è riuscito a collaborare con Kylie Minogue per il suo primo album post-operazione al seno, e con Dizzee Rascal, per il quale ha prodotto giusto un paio di #1 (sempre in UK), insomma bruscolini. Negli ultimi 12 mesi invece ha inanellato 4 singoli consecutivi al #2 nel Regno Unito: Bounce con Kelis, Feel so Close (arrivata in Top 20 anche negli USA), Let’s Go (commissionata dalla Pepsi per una campagna pubblicitaria) e We’ll be coming back in collaborazione con il rapper Example. Altri bruscolini.

Continua a leggere