Pensieri e parole sull’abbandono di Zayn Malik

CA-ZniPWUAAB6Kq

Zayn Malik

Zayn Malik ha lasciato gli One Direction.

Zayn, 22 anni da Bradford, Regno Unito, ha lasciato il gruppo formato nel 2010 durante la settima edizione dell’X Factor inglese e che in poco tempo è diventato un fenomeno planetario. Alle 17.30 (orario di Roma) di mercoledì 25 marzo 2015 sulla loro pagina Facebook è comparso un comunicato che annunciava la decisione di Zayn di lasciare il gruppo mentre i restanti 4 componenti della band continuavano il loro percorso insieme. Già da qualche giorno Zayn aveva abbandonato il tour per tornare a casa per recuperare dallo stress e trascorrere un periodo sereno, ora invece è arrivato l’annuncio dell’abbandono ufficiale.

Continua a leggere

Annunci

Only Human by Cheryl – recensione

Cheryl_ Only Human

Cheryl – Only Human

“Only Human” è il quarto album pubblicato da Cheryl, nata Tweedy, conosciuta principalmente come Cole, e ora Fernandez-Versini (ha cambiato cognome in seguito alle sue vicende personali), che per evitare confusione ha deciso di abbandonare definitivamente il cognome.

E’ il suo quarto album, ed è diverso dagli altri tre precedenti. Abbandonato il sapore più urban dell’ultimo “A Million Lights”, Cheryl è tornata alle sue origini pop, introducendo nuovi elementi come alcuni strumenti (ad esempio il sassofono che sentiamo nel primo singolo “Crazy Stupid Love”) e sperimentando nuove sonorità. Nel disco troviamo 8 tracce di cui l’interprete è anche co-autrice, 4 scritte con l’ex compagna di Girls Aloud Nicola Roberts, e per la prima volta in un album di Cheryl non troviamo nessuna collaborazione con l’amico will.I.am. Tra gli altri collaboratori che hanno collaborato alla realizzazione di “Only Human”, troviamo Wayne Wilkins, Bonnie McKee, John Newman, Babydaddy, The Invisible Men, Greg Kurstin, Joel Compass, Tinie Tempah e Liam Payne.

Continua a leggere

One Direction – Four

Fonte: Facebook – One Direction

“Four” è il nuovo album degli One Direction, uscito in Italia il 17 novembre per la Sony Music. Come suggerisce il titolo, questo è il loro quarto lavoro, uscito un anno dopo “Midnight memories”, due dopo “Take me home” e tre dopo “Up all night”.

E’ il primo album che ascolto per intero dei cinque ragazzi d’oltremanica: conosco bene la loro lunga sfilza di singoli e ho seguito attentamente le vicende dei capelli di Zayn, che ormai è la mia fonte di ispirazione in fatto di acconciature, ma non avevo mai ascoltato per intero un loro lavoro per diversi motivi.

Continua a leggere

Pensierini sciolti, niente di impegnativo

Il mood di questo articolo è: leggero. Ma vi avviso, allontanate i minori (linguaggio spinto).

Tranquilli ragazzi, per oggi niente di impegnativo, solo qualche riflessione di getto che mi è venuta in mente all’improvviso e che voglio condividere con voi.

1) Ieri su Facebook è circolata una foto che confrontava il pubblico negli stadi ai concerti degli One Direction e dei Queen: il prato di San Siro di qualche giorno fa non era pienissimo mentre Wembley qualche anno fa era pieno da scoppiare.

Ora possiamo fare polemiche quanto vogliamo, perché la foto dei Queen riguarda il Live Aid e quindi è normale che ci sia più pubblico, perché ci sono foto di qualche giorno fa con gli 1D sul palco e Wembley riempito da una marea di persone festanti, perché è ovvio che i Queen siano migliori di Harry & Co (sono sicuro che se andassi vicino a Harry Styles e gli dicessi “I Queen erano migliori” lui mi risponderebbe “E ci mancherebbe!”), perché non si può denigrare un gruppo solo perché fa musica pop, perché non si può criticare un gruppo solo perché la maggioranza dei fan è composta da ragazze, perché non c’è bisogno di fare questi stupidi confronti per confermare la maggior qualità dei Queen. Continua a leggere

One D e Wanted: ultime dalle boyband

I The Wanted e gli One Direction sono le boy band più forti degli ultimi anni, sono entrambe inglesi, sono entrambe in tour e entrambe hanno pubblicato un nuovo singolo di recente.

I The Wanted hanno cominciato lo scorso mese il loro “Word of Mouth” tour: questa sarà l’ultima occasione per vedere dal vivo i cinque ragazzi per un bel po’ di tempo. Max, Tom, Nathan, Siva e Jay hanno infatti annunciato di sciogliere la band per un periodo indefinito di tempo, senza precisare se ci sarà in futuro una loro reunion. Le cattive notizie per i loro fan però non sono finite qui, infatti tutte le date europee previste, ad eccezione di quelle in Irlanda e Regno Unito, sono state annullate. Come regalo di consolazione però i The Wanted ci hanno lasciato questo nuovo singolo, “Glow in the dark”, canzone pop-EDM che mi ricorda un po’ i Daft Punk di qualche anno fa, accompagnandola con un video che ricorda le varie tappe della loro carriera.

Continua a leggere