Lady Gaga – G.U.Y. – An ARTPOP Film (e qualche frecciatina da Akon)

1979312_10152401311719574_1981740271_o

Lady Gaga – Facebook

E’ uscito da qualche giorno l’utlimo video di Lady Gaga: più che di un semplice video per una canzone, bisogna ammettere che la definizione di “An ARTPOP Film” calza meglio, visto che si tratta di un filmato lungo 11 minuti e molto elaborato, che raccoglie 4 canzoni dell’ultimo album di Lady Germanotta, “ARTPOP”.

Chiariamo subito una cosa, e cerco di dirvelo nel modo più brutale e onesto possibile: Lady Gaga con questo video ha spaccato il fondoschiena a tutti. Tutti: Rihanna, Katy Perry, Beyoncé, Britney, Miley, Shakira, Justin Bieber, Pitbull, One Direction. Signori, qui ci troviamo di fronte ad uno dei video più belli di sempre, siamo ai livelli dei migliori video di Madonna e Michael Jackson. E’ tutto semplicemente grandioso, tutto magnifico ed opulento, ma non è pacchiano, non è esagerato: tutto è giusto, al posto giusto, nella quantità giusta. A differenza del video di “You and I”, che presentava qualche elemento più bizzarro, anche qui Gaga si è sbizzarrita con la fantasia, ma tutto ha un suo significato, e non risulta mai pesante.

Continua a leggere

Novità di febbraio – parte 2

Gennaio è stato un mese tranquillo e noioso, a febbraio invece sembra che si siano tutti scatenati, e questo comporta lavoro extra per U&B. Ecco per voi tante altre novità (ben 14)

Kylie Minogue – “Into The Blue”

Kylie torna sulle scene con questo pezzo allegro, elegante, dal testo significativo e con il suo solito tocco dance. Il pop sofisticato come questo però ha sempre un pregio e un difetto: dal punto di vista musicale i risultati sono quasi sempre ottimi (e in questo caso non ci possiamo certo lamentare), ma allo stesso tempo non garantisce un successo clamoroso non essendo così immediato. “Into the blue” rischia di diventare una di quelle canzoni che gli artisti hanno imparato ad apprezzare avendola ascoltata una trentina di volte in studio, ma  a cui invece il pubblico non si connette immediatamente. Il ritornello però sembra essere abbastanza efficace,e questo potrebbe salvarne le sorti. Video elegante e raffinato, che accompagna alla perfezione la canzone.

Continua a leggere

Do you ever feel like a plastic bag?

Durante un mio vagabondaggio sulla rete ho trovato questa foto… Ovviamente questa foto non è mia, ma l’ho presa dal sito sugarscape.com, precisamente in questa pagina.

Justin, ma perché vai in giro conciato così? Sembri avvolto in una busta di plastica. Tutto ricoperto di lattice bianco in tinta unita, sembri un guanto usa e getta. Un gilet che sembra di polistirolo, una maglia che sembra una tovaglia di plastica da mettere sul tavolo in terrazza,  per non parlare dei pantaloni… Ma che misura sono? Gambe strettissime e cavallo che arriva fino al ginocchio? Ti fanno tutto strano e deforme, non si capisce dove finisce il busto e dove iniziano le gambe. Non hai un culetto da farti guardare e un pacco da fare intravedere? Co sta plastica addosso, sto color latte immacolato e sto fisico “deformato” sembri un alieno. Non vuole essere un’offesa, ma neanche un complimento.

Ma per favore, fate intervenire Enzo Miccio, che non si può vedere uno scempio del genere in giro!!

Forse però Justin sta prendendo lezioni di stile dal suo mentore Usher. Anche il cantante di Yeah!, che è sempre stato molto stiloso, ultimamente sembra che si stia lasciando un po’ andare. Lo vedo in parecchie foto sempre vestito allo stesso modo: maglietta nera, pantaloni neri e scarpe rosse. Senza di niente di stravagante o di affascinante, come se volesse sembrare più giovane e più fico. Usher, mi viene da dire OMG non per la tua canzone, ma per come ti vesti male!

Justin, non sono io che non ti apprezzo, sei tu che fai di tutto per non farti sopportare! 🙂

Ciao a tutti!

Un giro tra le novità di Youtube

Il mio vagabondaggio di oggi su Youtube mi ha portato a vedere due video freschi freschi: un’intervista di Justin Bieber da Ellen DeGeneres e il nuovo clip di Taylor Swift “I Knew You Were Trouble”. Lo so che su questo blog parliamo sempre delle stesse cose, ma perdonatemi.

Parliamo prima di JB. Justin, sei un cantante pop, hai un successo straordinario, sei amatissimo, e hai solo 18 anni. Ma perché vuoi sempre sembrare più grande e più duro di quanto tu lo sia veramente? A che mi serve andare in giro vestito tutto di nero, anonimo, con due catene d’oro (ma non sei 2 Chainz) e con l’orologio d’oro, quasi come se volessi esibire i gioielli di famiglia come se tu fossi il più duro dei gangsta? Fatti una risata e divertiti. Goditi il tuo successo e la tua età, non cercare di assomigliare a qualcun altro solo perché vuoi dimostrare di essere più maturo. Hai 18 anni, non è certo un crimine, non è certa una colpa. Fai ciò che ci si aspetta da un ragazzo della tua età e comportati come tale. Ho capito che sei una superstar mondiale e che non puoi trasmettere l’immagine di una ragazzo troppo ingenuo ma che devi sempre sembrare sicuro di te, ma la tua crescita non è proporzionale al numero di gioielli che indossi, ma alla tua maturità artistica e umana. Questi sono i miei consigli, i consigli di uno che non ha esperienza come musicista, ma che ha tanti anni di esperienza come spettatore. Buona fortuna. Continua a leggere

Chi l’ha visto

Perdonate la mia temporanea assenza, ma sono momentaneamente privo del mio pc, quindi posso scrivere solo quando posso usufruire in comodato d’uso gratuito del pc del mio caro fratellino. E’ con immenso ritardo che pubblico dunque questo articolo, che avevo redatto su un foglietto svolazzante.

Avete visto i VMA? Vi sono piaciuti? E’stato uno show molto gradevole, ma purtroppo non è successo niente di cui sparlare o di cui rimembrare negli anni a venire. Grande Kevin Hart, bravi tutti i performer, tranne Rihanna, che ha portato sul palco tanta fuffa e poca sostanza. Ma parliamo d’altro.

Protagonisti assoluti della serata sono stati gli One Direction (Louis, che cosa hai fatto ai capelli?), che si sono esibiti sulle note di One Thing, hanno vinto tre premi e Niall ha avuto un bacio da colei che è stata determinante nel suo cammino a X Factor. Tra i premi vinti dagli 1D, ci sono quelli per il Best Pop Video e per il Most Share-Worthy Video, categorie nelle quali le directioners sono riuscite a sconfiggere la concorrenza delle beliebers. L’altra notizia è che Justin Bieber non è riuscito nemmno a portarsi a casa il Vma per il miglior video maschile, premio che è andato a Chris Brown  per “Turn Up The Music”. Ma soprattutto, io mi chiedo, dov’era Justin Bieber? Perché non c’era allo Staples Center? Lui che era presente a tutti gli eventi musicali/mondani/red carpet? Continua a leggere