One D e Wanted: ultime dalle boyband

I The Wanted e gli One Direction sono le boy band più forti degli ultimi anni, sono entrambe inglesi, sono entrambe in tour e entrambe hanno pubblicato un nuovo singolo di recente.

I The Wanted hanno cominciato lo scorso mese il loro “Word of Mouth” tour: questa sarà l’ultima occasione per vedere dal vivo i cinque ragazzi per un bel po’ di tempo. Max, Tom, Nathan, Siva e Jay hanno infatti annunciato di sciogliere la band per un periodo indefinito di tempo, senza precisare se ci sarà in futuro una loro reunion. Le cattive notizie per i loro fan però non sono finite qui, infatti tutte le date europee previste, ad eccezione di quelle in Irlanda e Regno Unito, sono state annullate. Come regalo di consolazione però i The Wanted ci hanno lasciato questo nuovo singolo, “Glow in the dark”, canzone pop-EDM che mi ricorda un po’ i Daft Punk di qualche anno fa, accompagnandola con un video che ricorda le varie tappe della loro carriera.

Continua a leggere

Il body painting nei video

Allora, io non voglio fare il cattivo per forza, non voglio per forza essere critico, non voglio essere considerato snob nei confronti della musica dei giovani e dei prodotti televisivi, però qua bisogna dirlo nel modo più brutale possibile.

Non trovate questa immagine abbastanza ridicola?

Continua a leggere

Emma – “La mia città” all’Eurofestival

Emma (fonte: emmamarrone.net/galleria)

Cari ragazzi, sto pensando di non realizzare più un post mensile in cui raccogliere tutte le novità musicali, ma voglio provare a scrivere un breve articolo per ogni canzone e video che mi passa tra le mani. Cominciamo allora questa nuova serie di articoli con “La mia città” di Emma (@MarroneEmma).

Emma, dopo Popstar – Superstar Tour, Amici e il Festival, prova a conquistare anche l’Europa partecipando all’Eurovision Song Contest (ESC), chiamato banalmente Eurofestival, dove potremmo vederla in azione durante la finale del 10 maggio.

Continua a leggere

L’atteso ritorno di Mariah Carey

Fonte: Wikipedia

Un po’ di tempo fa Simonsays101 aveva citato un mio tweet in un suo articolo: in pratica stavamo parlando del nuovo singolo di Mariah Carey “You’re mine (Eternal)”, lui aveva affermato che non bastava mettere in mostra il proprio davanzale per avere successo, e io, che ovviamente devo sempre spararla grossa, gli ho risposto che aveva ragione, e che per avere successo bisogna mettersi completamente nudi su una palla da demolizione. Poi lui ha scritto un articolo a riguardo della canzone, e non trovandomi completamente d’accordo con lui, volevo lasciargli un commento, ma siccome c’erano troppo cose da dire, ho pensato direttamente di fare un nuovo articolo. Prima di passare alle mie opinioni, facciamo un breve ripasso.

Continua a leggere

BEYONCÉ – the visual album – recensione – parte seconda

Continuiamo la recensione di BEYONCÉ, andando ad elencare pregi e difetti degli ultimi 7 video (potete leggere la puntata precedente della recensione cliccando qui e la prima puntata qui).

Beyoncé “Rocket” :30 Preview

Rocket

Mamma sta canzone, che gioiello. E’ un lento R&B tradizionale, molto calmo, in cui Bee può fare sfoggio della sua vocalità, ma il testo è tutta un’altra cosa: anche qui i riferimenti sessuali sono espliciti ma abbastanza eleganti (e ci sono anche alcuni versi alla Sharapova). Il video è fantastico: inizia con Beyoncé che accarezza il suo corpo in modo così voluttuoso e coinvolgente che fa venire voglia di stare con lei sotto le lenzuola. Il tutto continua con altre immagini ad alto tasso erotico, e c’è anche un trapano che perfora una tavola: più chiari di così si muore.

Continua a leggere