Riepilogo del 2013

Avevo inaugurato il 2013 con un articolo dal titolo “Cosa ci aspetta nel futuro”, lo scopo dell’articolo di oggi è di verificare quante “previsioni” ho indovinato e quante ne ho sbagliato, ricapitolando così gli eventi più importanti dei dodici mesi appena trascorsi. Cominciamo però con le sorprese e le rivelazioni, quegli artisti che sono esplosi all’improvviso.

Robin Thicke – Blurred Lines ft. T.I., Pharrell

Sorprese: sicuramente Robin Thicke. Sinceramente, chi si aspettava che Robin, che ha sempre vissuto una carriera tra alti e bassi, potesse diventare l’interprete del tormentone dell’estate? E’ invece siamo rimasti tutti ossessionati dal ritmo di Blurred Lines.

Tra i ritorni che hanno fatto più rumore dobbiamo sicuramente menzionare Justin Timberlake e i Daft Punk, che hanno dominato le classifiche in ogni parte del mondo.

Invece tra gli artisti che sono apparsi dal nulla e hanno conquistato il mondo non possiamo dimenticare Mackelmore & Ryan Lewis e Lorde: due fenomeni che hanno conquistato consensi di pubblico e critica in ogni angolo del globo. Tra le novità inglesi vanno annoverati invece Naughty Boy, John Newman e i Bastille, mentre in Italia questo è stato l’anno dei rapper, con il grande successo di Fedez e di Moreno, vincitore dell’ultima edizione di Amici di Maria. Dalla Svezia invece è partita un’invasione della musica dance, grazie al contributo di Avicii e delle Icona Pop,

Indovinate: Lady Gaga (ARTPOP), Beyoncé (che però ci ha fatto aspettare fino a dicembre per ascoltare il suo nuovo lavoro), Miley Cyrus (Bangerz), Avril Lavigne (Avril Lavigne), Kelly Rowland (Talk a good game), Selena Gomez (Stars Dance), Britney Spears (Britney Jean), Eminem (MMLP2), Lil Wayne (IANAHB2), Drake (Nothing was the same), Nelly (M.O.), Big Sean (Hall of Fame), Jay-Z (MCHG), Kanye West (Yeezus), will.I.am (#Willpower), Kings of Leon (Mechanical Bull), Paramore (Paramore), 30 Seconds to Mars (Love Lust Faith Dreams), Dizze Rascal (The Fifth), Tinie Tempah (Demonstration), Jessie J (Alive), One Direction (Midnight Memories), JLS (purtroppo hanno pubblicato non un nuovo album, ma un Greatest hits di addio), Blue (Roulette), Lucy Spraggan (Join the club), James Arthur (James Arthur, album molto bello), Fabri Fibra (Guerra e Pace), Ligabue (Mondovisione).

Sbagliate: Anastacia (purtroppo si è dovuta sottoporre di nuovo alle cure per combattere il tumore al seno), Mariah Carey (ha pubblicato un paio di singoli, ma l’album non ha visto la luce), Nicki Minaj (se ne parla nei prossimi mesi), Nicole Scherzinger (solo un singolo), Katy Perry (avevo detto che il suo ritorno era possibile, ma difficile), 50 Cent, Ludacris, U2 (un singolo), Olly Murs (niente album nuovo, solo un’edizione speciale del vecchio), Alexandra Burke (sembrava avanti con il suo lavoro), Cher Lloyd (non sanno come gestirla), Psy (solo Gentleman).

Vi lascio con la parola dell’anno: TWERK!!!!!!!!!

Buon 2014 a tutti!!!!!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...