Prepariamoci ai VMA

Puntuali come ogni anno sono arrivate le nomination per gli MTV Video Music Awards, che quest’anno saranno consegnati domenica 25 agosto presso il Barclays Center di Brooklyn, NY. Andiamo a scorrere un po’ tra le varie categorie per cercare di individuare quale video si merita il premio più degli altri.

Best Pop Video: “Locked out of heaven” e “Carry On” non mi dicono niente. “Mirrors” può sembrare un po’ malinconico e pedante, ma è anche emozionante ed è un gioiellino, fatto veramente bene. Di “We can’t stop” ne abbiamo già parlato a sufficienza, ed è senza dubbio un video orripilante. Ma essendo un video così discutibile che spacca il pubblico, qualche premio in fondo in fondo se lo merita. “Come and get it” è un video sorprendente, in cui il pop di Selena Gomez è accompagnato da immagini colorate di una natura sensuale. Belli i colori, belle le location, tutto davvero molto bello: Anthony Mandler conferma di essere uno dei migliori registi in circolazione.

Best Hip Hop video: qua sinceramente non ho dubbi: l’unico video che si merita la vittoria è “Can’t hold us”, l’unico veramente interessante da vedere. Qualche chance ce l’ha Kendrick Lamar con “Swimming Pools”, mentre secondo me sono spacciati Drake, J.Cole e A$AP Rocky (o almeno secondo me non meritano di essere premiati).

Best Male video: qui sono sfacciatamente parziale. Non mi interessa se è il video migliore o no, qua bisogna portare un Moonman in Europa: votate Ed Sheeran a manetta. La concorrenza è dura con Justin Timberlake e Robin Thicke, ma “Lego House” è un video molto carino anche se molto semplice.

Best Female video: “Heart attack”, “Just give a reason” e “Stay” sono dei video molto tranquilli, “I knew you were trouble” è sicuramente interessante ma un pochetto esagerato. Io invece voterei “We can’t stop” solo perchè è esagerato oltre ogni limite.

Best Collaboration: se parliamo di video, secondo me la gara si restringe solo a due concorrenti: “Blurred Lines” e “Suit & Tie”. Però pensandoci bene, “Suit & Tie” è decisamente migliore: c’è stile ed eleganza, c’è il bianco e nero che dà sempre un po’ di classe in più, ci sono le coreografie. Eh si, non c’è storia.

Best Rock video: ok, confesso la mia ignoranza, conosco solo “Up in the air” dei 30 seconds to Mars. Però Jared Leto è sempre una garanzia, e ci regala un altro video spettacolare, curioso ed oltraggioso.

Best Choreography: qua mi devono spiegare da dove sono uscite queste nomination, perchè io non ho capito dove hanno visto coreografie da urlo in “Body Party” di Ciara, “Treasure” di Bruno Mars e “Live it up” di Jennifer Lopez. Gara a due: o l’alto livello di Chris Brown in “Fine China” o le straordinarie mosse robotiche di will.I.am in “#thatPOWER”.

Video of the Year: anno un po’ povero. “Locked out of heaven” no, “I knew you were trouble” non so che impatto abbia avuto negli States, ma io direi comunque di no. La vittoria di “Mirrors” non sarebbe per nulla immeritata. “Thrift Shop” non è un grande video, è solamente un video carino, ma visto che la canzone ha avuto uno strepitoso successo, si alzano le sue quotazioni. “Blurred Lines” è anche un video molto carino, ma anche molto discutibile sia nella versione esplicita che in quella censurata. I video così particolari restano negli annali della cultura pop, quindi un Moonman per il video dell’anno farebbe la sua bella figura anche nella bacheca di Robin Thicke.

Questi sono solo i miei pareri, i pronostici su chi vincerà sono un’altra cosa e li tengo per me.

Comment please. Baci e abbracci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...