Occhio ad Anna Tatangelo!

Il mood di questo articolo è: forse non scritto perfettamente, ma piacevole ed interessante.

Oggi è uscito il video di una delle canzoni che più hanno lasciato il segno durante il Festival di Sanremo, e che io ritengo la vincitrice morale del festival, anche se il brano in questione non fosse ufficialmente in gara: sto parlando di “Occhio per occhio” di Anna Tatangelo. Come dimenticare la pubblicità della Coconuda in cui Anna imita Britney Spears e canta “Non sarai più tu… occhio per occhio, dente per dente.”??? Non appena ho scoperto che fosse uscito il video, mi sono precipitato su Youtube per guardarlo immediatamente. Mi aspettavo una trashata colossale, però devo ammettere che vizi e virtù di questa canzone debbano essere analizzati un pochino più scrupolosamente…

La canzone: questa canzone è la prova lampante che in Italia non sappiamo fare un po’ di pop spensierato. La prima strofa è terribile a mio modesto parere; seconda strofa e ritornello già sono decisamente migliori, anzi il ritornello è anche accattivante, è riuscito ad entrare in testa grazie ai 30 secondi della pubblicità quindi… Ciò che manca alla canzone però è un po’ di brio, il brano non è abbastanza festoso, scoppiettante e danzereccio (danzereccio, non tunz tunz!). Le strofe sono cantate troppo secondo il canone della sensualità alla Tatangelo, mentre secondo me bisognava renderle un po’ birichine, e non così provocanti. Altri due difetti: il “falso innamorato”, che secondo me lascia la strofa appesa, e… ma usa l’autotune ogni tanto durante la canzone o è solo una mia impressione?

Il pregio della canzone sta secondo me nel testo: testo perfetto, a parte il già citato “falso innamorato” e lo “spaccherò” che avrei sostituito con “spezzerò”. Poi è un trionfo di parole semplici che esprimono concetti semplici, senza trasmettere cervellotici messaggi subliminali, quindi una canzone da canticchiare ogni volta che ci va, senza pensieri. Ecco, questo è lo scopo del pop, farci divertire: peccato per la musica di questo brano, altrimenti la Tatangelo avrebbe potuto rasentare alti livelli di perfezione con questo nuovo singolo. Mannaggia!

Il video: anche il video merita un bel po’ di commenti. Diretto da quello che io ritengo uno dei migliori registi italiani, Cosimo Alemà, e coreografato da Steve La Chance, il video pecca clamorosamente di originalità. Un po’ di Beyoncé, un po’ di Destiny’s Child, un tocco di Cheryl, un altro di Girls Aloud, un pizzico di Mariah Carey, un pochetto di Rihanna, una goccia di Britney, e se proprio vogliamo essere pignoli anche un po’ di Cher Lloyd e Little Mix. Uno scopiazzamento generale.

Da apprezzare sicuramente le coreografie e le numerosissime e diversissime location e scene, che destano molto interesse e curiosità, anche se in quella sorta di guerra dei sessi nel ghetto risulta tutto poco credibile, una vaga imitazione di location statunitensi. Un consiglio spassionato per Anna: cambia stylist, trucco e parrucco! Trucco sempre pesantissimo ovviamente, capelli troppo laccati, piegati e sistemati, non fanno mai swiiiish naturalmente. L’abbigliamento è però la nota più dolente: tutto troppo pacchiano, tanti gioielli, troppi accessori (ma che so’ quelle unghie finte enormi???? Fanno paura!!!!!!!), un po’ di volgarità qua e là (sequenza in intimo poco raffinata)… non si diventa così un’icona di stile!! Ma vogliamo parlare di quei tailleur improponibili? Uno era di un rosa confetto che fa tanto aria di bambolina senza cervello, l’altro grigio da manager di ferro, entrambi troppo fascianti e stringenti, che mettono in evidenza un paio di chiappe pronunciate e spropositate. Effetto air-bag assicurato sia sul lato B che sul lato A.

Ma dopo aver elencato tutti i vizi, passiamo ora alle virtù: chi c’è in Italia che fa video del genere? Chi è che cerca di fare una canzoncina pop e poi confeziona un video in cui mette coreografie, vestiti e tante scene diverse? NESSUNO. E allora Lady Tata ha giustamente pensato di diventare lei la Britney Spears o la Cheryl Cole italiana (tra l’altro anche lei è stata giudice di X Factor). In una nazione in cui le maggiori cantanti femminili (Pausini, Giorgia, Elisa ma anche le nuove leve dei talent) si concentrano soprattutto sulla voce e sul canto, Anna Tatangelo sta cercando di ritagliarsi il suo spazio come popstar attenta sia alla musica che all’immagine.

Se Tatangelo continuasse su questa strada, ciò sarebbe solo positivo per la musica italiana, perché così finalmente avremmo anche noi una stella che canta canzoni poco impegnative e realizza video molto accattivanti. “Occhio per occhio” dimostra che la strada da percorrere per Lady Tata è ancora lunga, ma con qualche canzoncina più sistemata, meno carica erotica e un look diverso, Anna Tatangelo potrebbe diventare un grande nome della musica italiana, e non quella sorta di zimbello come la considera una buona parte del pubblico.

Anna, provaci! Continua così!

Ciao a tutti!

Annunci

4 thoughts on “Occhio ad Anna Tatangelo!

  1. L’autotune lo usa anche Lana Del Rey, e ad Anna Tatangelo lo possiamo perdonare, visto questo video che è sì un groviglio di citazioni, ma che sa anche dare uno scossone al pop italiano!

  2. Pingback: Un pensiero per il 2015 | Usignoli & Burattini

  3. Pingback: Anna e Alessandra: due donne romantiche | Usignoli & Burattini

  4. Pingback: Ecco i cantanti di Sanremo 2015 | Usignoli & Burattini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...