The Mrs. Carter Show – Le ultime settimane di Beyoncé

Probabilmente sapete già tutto sulle ultime due settimane di Beyoncé, sono state oggetto di discussione ovunque, anche nelle biblioteche delle università, e forse chi non è un suo fan si sarà anche stancato di sentir parlare di lei. Ciononostante, io ne parlo comunque: se siete interessati, bene; se non vi interessa, cambiate blog.

Il 21 gennaio Beyoncé si è esibita di fronte a milioni di Americani interpretando l’inno nazionale statunitense per l’insediamento di Barack Obama: performance che ha lasciato senza fiato, ma che poi si è venuto a scoprire che non fosse stata eseguita dal vivo, ma in playback. La notizia ha fatto molto rumore, più del dovuto. Anche secondo me sarebbe stato più opportuno che avesse cantato dal vivo in un’occasione così importante, interpretando il proprio inno nazionale, a coronamento di una campagna elettorale trionfante che l’ha vista in prima fila per il sostegno di Mr. President, e credo che parecchi suoi fan e parecchi americani siano rimasti delusi da questa sua mancanza. Bisogna comunque considerare che Beyoncé non doveva certo dimostrare quel giorno la sua bravura nel cantare, visto che dopo la sua decennale carriera da solista, una delle cose di cui possiamo star certi è appunto la sua grande voce. Tutti vi siete già dimenticati di quando cantò “At last” al ballo per il primo insediamento di Obama? Quindi questa sua performance un po’… manchevole, può essere sicuramente considerata come un errore perdonabile, visto che comunque la voce della backing track era la sua.

Dopo l’esibizione di Washington, Bee è tornata a dedicarsi completamente alle prove per l’intervallo del Super Bowl, allenandosi e preparandosi per offrire a tutti i fan e non del football uno spettacolo memorabile. Erano ormai mesi che si speculava sullo show, cosa avrebbe fatto, quali canzoni avrebbe cantato, chi avrebbe portato sul palco, se avesse fatto debuttare un nuovo singolo. Le bocche però erano cucite, e le indiscrezioni aumentavano di giorno in giorno, mentre Beyoncé si divertiva a stuzzicare la fantasia di tutti pubblicando sul suo sito iam.beyonce.com (da cui sono presenti tutte le immagini presenti in questo articolo) immagini che la ritraevano durante le prove.

Qualche giorno prima del Super Bowl, precisamente il 31 gennaio, Beyoncé ha tenuto una conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti e per presentare il grande evento di cui sarebbe stata a breve protagonista. All’inizio della conferenza stampa, come prima cosa ha ben pensato di mettere a tacere tutte le voci che ancora circolavano dopo la sua performance all’insediamento, cantando a sorpresa l’inno nazionale a cappella. Dopo essersi tolta questo sassolino dalla scarpa, ed aver affermato che durante l’halftime show avrebbe cantato dal vivo, ha cercato di svicolare dalle pressanti domande su una eventuale reunion delle Destiny’s Child sul palco del Superdome, e l’unico dettaglio che ha rivelato è che sarebbe presto partita in tournée e che avrebbe annunciato qualcosa a conclusione del Super Bowl. Qualche dettaglio del tour è però stato svelato in anticipo, a causa della pubblicazione della stupenda, magnifica, meravigliosa locandina del tour, grazie alla quale abbiamo anche scoperto il nome della sua prossima avventura: The Mrs.Carter Show World Tour. (per maggiori info, eccovi il link). (Si chiamerà The Mrs.Carter Show anche il nuovo album?)

Finalmente, dopo un’attesa svernante, il  3 febbraio è arrivato. Ha cantato Jennifer Hudson, ha cantato Alicia Keys (ancora devo vedere i loro video…), è cominciata la partita, è arrivato l’intervallo. Beyoncé è stata grande.

Ha cominciato con il ritornello di “Love on top”, poi si è lanciata con le coreografie sfrenate da contorsionista di “Crazy in love”, introducendo elementi nuovi nei suoi passi di danza. Poi è passata (con mia enorme sorpresa) a “End of time”, altra canzone in cui ha ballato più che cantato. Successivamente è stato il turno di “Baby boy”, durante la quale ha regalato una performance simile a quella dei Billboard Awards del 2011, aiutata da tante sue replicanti su vidiwall e da luci psichedeliche. In seguito è stata raggiunta sul palco dalle sue amiche e compagne Michelle Williams e Kelly Rowland, con le quali si è esibita in due classici delle Destiny’s Child, “Bootylicious” e “Indipendent Women”, e con le quali ha anche cantato “Single ladies”, prima di congedarle e di scatenarsi in una delle coreografie più note del 21° secolo. Per concludere l’esibizione, ha regalato al pubblico un’altra hit, “Halo”, e questa è stata la mia parte preferita dello spettacolo, perché è stata la parte più emozionante, in cui Beyoncé ha messo tutta la sua passione e la sua personalità.

Impossibile trovare difetti a questo spettacolo: grande voce, grandi coreografie, grande stile, tutta la scenografia, fuochi, palco, luci, vidiwall sul pavimento, tutto studiato e curato alla perfezione. Beyoncé è una grande artista, quando va sul palco sa quello che fa e come lo deve fare, ci ha regalato un’altro show degno della sua fama, del suo talento, e dei suoi 16 Grammy. Se lo confrontiamo all’halftime show dell’anno scorso, in cui la protagonista era stata Madonna, possiamo subito notare che forse quello della regina del pop è stato più “grande”, più maestoso, fastoso, abbondante, con orde di persone sul palco durante ogni canzone. Ma Beyoncé e Madonna sono due artiste diverse, con due stili diversi, c’è a chi piace più uno, a chi piace di più l’altro, ma sono entrambi due grandissime artiste, forse Beyoncé è più dotata, ma Madonna è pur sempre la regina incontrastata ed incontrastabile della musica internazionale.

Tutti sono rimasti contenti per la reunion delle Destiny’s Child, qualcuno è rimasto deluso dall’assenza di Jay-Z sul palco: ma Jay-Z, il re dell’hip hop, non può certo andare a fare la spalla su un palco che molto probabilmente un giorno sarà completamente suo? Anche se è l’amata moglie con cui ha avuto tanti successi, Jay-Z aspetta pazientemente il suo momento, e lascia alla moglie tutta la luce dei riflettori.

Commentate!!!!!!!!!!!!

Ciao a tutti!!!!!! Viva Beyoncé! Viva Kelly e Michelle! Viva Matthew Knowles! Viva Queen Bee!!!!!

PS Ripeto, tutte le immagini sono state prese dal Tumblr di Beyoncé (http://iam.beyonce.com), io non ho nessun diritto sulle immagini, le ho preso in prestito per celebrare il talento di una delle artiste più talentuose dei giorni nostri. Se le devo togliere fatemi sapere.

Annunci

One thought on “The Mrs. Carter Show – Le ultime settimane di Beyoncé

  1. Pingback: VMA 2014: riassunto ed opinioni | Usignoli & Burattini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...