Ma tu ce l’hai l’X factor?

Olly Murs Troublemaker Official CD single HQ coverIl mood di questo articolo è: pasticciato e DELIRANTE. Sono scempiaggini sparate a caso.

Ho avuto per un po’ di tempo il televisore KO, e ora che sono riuscito a risolvere il problema sono tornato a fare colazione guardando MTV (tra l’altro ho anche scoperto che a Deejay TV non fanno più video la mattina… che amarezza), e ho scoperto che tra i nuovi video più trasmessi c’è Troublemaker di Olly Murs. Canzone orecchiabile, simpatica e contagiosa, certamente non la migliore della breve carriera di Murs (di cui abbiamo già parlato mesi fa) e con un video praticamente insignificante. Troublemaker è ormai una presenza fissa tra i video a rotazione, in radio, nella top 20 di iTunes e tra i video più visti su Youtube, crescendo sempre di più di giorno in giorno. Ironia della sorte quindi, Olly sta cominciando a farsi conoscere al di fuori del Regno Unito grazie alla sua canzone meno significativa.

Questa presentazione è stato solo un pretesto per introdurvi il vero nocciolo della questione.

Perché dobbiamo importare concorrenti di X Factor? Non sarebbe meglio e più saggio valorizzare i concorrenti italiani?

Il problema di fondo è questo: in Inghilterra cercano potenziali pop star che devono vendere, vendere e ancora vendere, in Italia si cercano i più bravi, a volte forse troppo bravi, talmente bravi che diventano un prodotto di nicchia pressoché sconosciuto al grande pubblico. Oppure si cerca qualcuno troppo particolare che rischia di fare la stessa brutta fine: l’oblio.

Prima stagione: Aram Quartet smarriti; Giusy Ferreri, con il suo timbro particolare, dopo un’iniziale popolarità sta piano piano svanendo. Seconda: Matteo grandissimo, ma ormai un po’ anzianotto e quindi poco credibile; i Bastard Sons avevano un loro stile ben preciso, ma poco commerciale; Noemi sta andando avanti grazie a canzoni sporadiche. Terza: Marco Mengoni, talento straordinario all’interno del programma, non è stato capace di trovare nessuno in grado di farlo esplodere, anzi ha trovato chi gli ha affidato brani improponibili (ad esempio “Stanco deeper inside”) e tira a campare cercando di rilanciarsi a Sanremo; le Yavanna e Giuliano non si sono mai più risentiti. Quarta stagione: Nathalie è brava, ma non ricordo nemmeno una sua hit. Quinta: Francesca ha cominciato bene, vediamo come continuerà, e vedremo cosa riserveranno nel futuro le carriere de I Moderni e di Antonella.

Il problema non riguarda solo X Factor, ma anche l’eterno rivale di sponda Mediaset, Amici di Maria. Dennis Fantina e Federico Angelucci sono spariti, Antonino Spadaccino ogni tanto fa qualche comparsata, Karima nonostante la grande voce non ha una vera e propria carriera avviata. Negli ultimi anni le case discografiche sono state più attente ai concorrenti di Amici, ma ciò non vuol dire che tutti siano diventate delle superstar. Marco Carta colleziona canzoni da Top 10 (l’ultima proprio questa settimana); Alessandra Amoroso ha un esercito di fan incredibile tra grandi e piccini; Emma ormai è un’artista affermata, dopo il successo dei due dischi e la vittoria a Sanremo, ed adorata dal pubblico anche perché è stata vittima di un caso molto rumoroso di gossip; Annalisa ha iniziato bene, vedremo se saprà consacrarsi a Sanremo. Ma non bisogna certo pensare che per questi quattro la vita da popstar sia tutta rose e fiori: basti vedere come viene bistrattato il povero Marco Carta solo perché proveniente da Amici… Ma se questi quattro ce l’hanno più o meno fatta, ce ne sono tanti altri che invece sembrano avviati già lungo il viale del tramonto: Loredana Errore e Virginio Simonelli, di cui si sono perse le tracce, ma anche Valerio Scanu, che sembra aver già toccato l’apice della sua carriera con la vittoria a Sanremo con “Per tutte le volte che”.

Il vero problema è che in Italia si presentano ai provini tanti personaggi che si credono grandi artisti, con una propria visione della musica e dell’arte in generale. Tutti complessati e travagliati, con storie d’infanzia degne dei romanzi sociali di Charles Dickens, ognuno con le proprie caratteristiche che lo rendono misterioso ed alternativo. Non si presenta nessuno che sappia semplicemente cantare senza sfigurare ed esagerare, qualcuno con la faccia pulita, semplice e genuino, qualcuno che sappia ballare magari, perché altrimenti hai voglia di sognare di diventare Beyoncè… Qualcuno che canti canzoni pop allegre e felici, non lamentazioni e dolorosi piagnistei.

No, l’Italia è un paese in cui tutti i cantanti sono complessati e speciali, nessuno normale. Normale come Olly Murs, che non ha niente di alternativo, che ha conquistato i giudici di X Factor perché aveva una voce buona che gli avrebbe permesso di affrontare un’eventuale carriera senza difficoltà dal punto di vista vocale, e perché sapeva muoversi sul palco. Queste erano le sue qualità, e con queste qualità è riuscito a farsi notare.

In Italia invece no, si cerca sempre qualcosa di strano, poi si arriva a tirare le somme e ci si rende conto che non c’è posto nell’industria discografica. E poi bisogna criticare anche alcune scelte delle canzoni proposte durante i talent: gli 1D (gira e rigira si finisce sempre a parlare di loro) hanno cantato Only Girl di Rihanna poche settimane dopo la sua pubblicazione, mentre in Italia a volte vengono assegnate alcune canzoni semisconosciute del repertorio cantautoriale, che quindi non permettono ai concorrenti di confrontarsi con generi che più probabilmente dovranno interpretare nella loro carriera.

Se poi guardo chi sono stati gli ultimi vincitori dei talent… Gerardo Pulli, non ho idea se sia bravo o meno; Chiara Galiazzo ha la voce, ma è una vera artista e le daranno qualche canzone seria e non qualche chiavica? E Ics, diventerà il più grande esponente del rap italiano? E il vincitore di The Voice, che fine farà? Io sono seriamente preoccupato.

E poi si dice che la discografia italiana sta in crisi… (e su questo argomento ci ritorneremo forse in futuro).

Ciao a tutti!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...