Lovebird by Leona Lewis

Da un paio di giorni è disponibile su VEVO il nuovo video di Leona Lewis, “Lovebird”, secondo estratto dall’album di recente uscita “Glassheart”. Glassheart giunge tre anni dopo l’ultima fatica discografica di Leona, “Echo” (2009). In questi tre anni di distanza Leona ha avuto un po’ di “trouble“, un po’ di problemi. Echo non si è dimostrato, in termine di vendite, all’altezza di Spirit, primo album della Lewis, contenente la megahit “Bleeding love”, grazie alla quale Leona era riuscita a conquistare il mercato americano raggiungendo la vetta sia della classifica dei singoli che della classifica degli album. L’immagine di Leona ne è dunque uscita ridemensionata, ed è passata da star mondiale capace di vendere milioni di dischi a vincitrice di un talent show il cui incantesimo si era già spezzato. Nonostante il mezzo flop di Echo, Leona non è stata scaricata dall’etichetta del suo mentore Simon Cowell, ed insieme ad un team di produttori comprendente Ryan Tedder, Naughty Boy e Dr.Luke, ha cominciato a lavorare sul suo terzo disco, Glassheart appunto.

La nascita di questo disco è stata piuttosto travagliata: nel 2011 è uscito prima quello che avrebbe douto essere il primo singolo, “Collide”, inno da discoteca che è stato accusato di plagio dal dj Avicii che alla fine è stato riconosciuto tra gli autori della canzone, e poi “Hurt”, un EP di tre cover pubblicato giusto per non abbandonare i fan. Con un anno di ritardo è uscito finalmente ad ottobre Glassheart, terzo album della più grande scoperta di X Factor finora. Glassheart non sta certo ripetendo il successo di Spirit, anzi, ha invece debuttato al numero 3 della classifica inglese, risultato peggiore nella carriera di Leona. Il primo singolo ufficiale di Glassheart è stato “Trouble”, brano carino ma non irresistibile, il cui più grande difetto è quello di essere piuttosto moscio.

Il secondo singolo invece è la suddetta Lovebird, brano molto interessante: esso infatti ripropone gli stessi ingredienti che hanno fatto il successo di Bleeding love: tema sentimentale, grande interpretazione, pop fresco e moderno e ritornello molto orecchaibile. Anche il videoclip è molto carino: viene ripreso il tema dell’uccellino in gabbia, l’atmosfera è molto elegante ed eterea, i colori sono belli e Leona è affascinante come sempre.

Questa canzone, che a tratti ricorda “Everybody Knows” di John Legend, ha tutte le carte in regola per spaccare, anche perchè è interpretata dalla grande voce di Leona, i cui virtuosismi non sono mai un eccesso di tecnica e presunzione, ma sono sempre in grado di emozionare e di avvolgere il cuore in una calda atmosfera. Io spero vivamente che questa canzone goda dell’attenzione che merita e sia supportata da una buona promozione, perchè secondo me merita, come Leona merita di ritornare in auge e di non cadere intrappolata nel dimenticatoio. Mi auguro quindi di ascoltarla spesso in radio e di vedere il video in Tv.

A voi Lovebird piace? E che ne pensate di Leona Lewis? Lasciate un commento se ne avete voglia.

Ciao a tutti?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...