Le pene d’amore di Taylor Swift

Red (fonte: Wikipedia)

Non possiamo ignorare sulle pagine di questo blog il ritorno di Taylor Swift. Dopo aver venduto oltre un milione di copie in una settimana con Speak Now nel 2010, portato a termine un trionfale tour mondiale che ha toccato anche l’Italia con la partecipazione di Emma Marrone, vinto un altro paio di Grammy ed essere stata nominata donna dell’anno da Billboard, la star del country è finalmente pronta a pubblicare il suo quarto album, “Red”.

Red si preannuncia come l’ennesimo successo di Taylor, che negli ultimi anni ha mietuto consensi sia tra il pubblico che tra la critica. Testi e musica del nuovo disco saranno sicuramente quasi tutti opera di Taylor stessa, che riesce sempre a trovare il tempo per scrivere nuovo materiale tra una tappa e l’altra del tour. Red inoltre conterrà una collaborazione con Ed Sheeran, straordinario talento inglese sosia di Rupert Grint, che condivide con Taylor la stessa migliore amica, la chitarra.

Il primo singolo di lancio è “We Are Never Ever Getting Back Together”. Titolo dell’album brevissimo, titolo del singolo lunghissimo: è la legge del contrappasso, bellezza. Miss Swift ha sempre miscelato la sua musica country con un tocco di pop in modo da ottenere un successo trasversale, non solo limitato ai fan del country col cappello da cowboy in testa. Con “WANEGBT” però il tocco di pop è abbastanza pesante: la canzone è infatti prodotta da Max Martin, collaboratore di Britney, Katy Perry, Ke$ha e dei BSB, non certo di Tim McGraw o Dolly Parton. Questa collaborazione con un magnate del pop (e si spera sia una delle poche) ha permesso a Taylor di registrare vendite record e di raggiungere per la prima volta la #1 della Billboard Hot 100.

Per promuovere la canzone si è esibita sul palco dei VMA: impeccabile, cantata tutta dal vivo, senza effetti speciali o coreografie particolari che il pubblico non si aspetta da artisti come lei, crowd surfing finale: “she owned the stage”, passatemi l’espressione, che non saprei tradurre in italiano mantenedo la stessa efficacia dell’originale. E’ sempre un piacere ascoltare Taylor Swift dal vivo: carismatica, coinvolgente, canta in modo impeccabile, l’unica differenza tra la versione live e la versione registrata è la presenza di un sottofondo di fan urlatori.

“We are ecc ecc” è la solita canzone autobiografica sulle pene d’amore di Taylor Swift, che in molte delle sue canzoni mette in musica tutte le sue emozioni e i suoi problemi di giovane donna ormai ex-adolescente. E proprio di questo vorrei parlarvi: vogliamo sparlare un po’ della vita privata di Taylor Swift, la quale non sembra farsi problema delle sue liasons dato che ne parla lei stessa nei suoi brani?

Taylor Swift non rappresenta forse la ragazza media americana, ma sembra comunque incarnare la tipica ragazza della porta accanto, seria, pacata, tranquilla. Ma in realtà è una vera e propria mangiauomini: in “You belong with me” vuole mettere in evidenza la differenza tra il suo carattere “nerd” e la sfacciataggine delle cheerleaders, ma è lei la vera collezionista di trofei. Ecco la lista dei suoi famosi ex (e immagino quanto sia lunga la lista degli ex non famosi): Joe Jonas, John Mayer, Jake Gyllenhaal, Taylor Lautner… e si parla di presunto flirt con Zac Efron. In “Fifteen” invece afferma chiaro e tondo qual è la prima cosa che guarda in uomo: la MACCHINA. La canzone infatti parla del suo primo appuntamento col suo primo fidanzatino, e “he’s got a car”: all’inizio lei è felice, ma poi se ne pente amaramente. E l’auto è davvero importante nella vita sentimentale di Taylor, visto che va in giro e passa davanti le case dei suoi ex per controllare che sia “tutto a posto”.

Insomma questa Taylor faccia d’angelo e cuore avventuroso è una ragazza molto ambigua… ma se continua la carriera artistica sugli stessi livelli del passato, credo che le potremmo perdonare ogni marachella sentimentale, voi non credete?

Ciao a tutti!

Annunci

2 thoughts on “Le pene d’amore di Taylor Swift

  1. Pingback: Ne-Yo mostra i muscoli « The Show Must Go

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...